Around my neck è l’espressione più originale del pop contemporaneo che viene dall’Italia.

RECENSIONE

Vista da una certa prospettiva si potrebbe parlare di svolta a 360 gradi per Eugenia Post Meridiem, in relazione al loro ultimo singolo, un brano che suona esotico più che mai ma anche sofisticato e ricco di sfumature sperimentali quasi del tutto inedite per la band genovese.

Una batteria afro-beat ci fa subito scivolare in un mood frenetico, gli strumenti fanno del loro meglio per restare incollati al ritmo e la voce di Eugenia vola a livelli altissimi, sia qualitativamente che dal punto di vista compositivo.

Il folk-rock degli esordi è presente in qualche modo, anche se in around my neck si predilige un suono più elettronico, compatto e minimale, quasi a dare risalto all’entusiastica evoluzione del brano, ascoltatelo proprio adesso, sono quattro minuti di pop travolgente, sognante e (scompostamente) ballabile.

Willpower è il loro precedente singolo, un brano in cui la band distilla un suono ricco, che nasce dall’apporto di ciascun membro della band e su disperde in mille rivoli. Si rinnova la forte sensazione di trovarci al cospetto di una band di spessore, capace di caratterizzare un suono rendendolo perfettamente riconoscibile e senza privarsi di una fantasia e libertà compositiva senza confini.

Like i need tension è il titolo del loro prossimo album, uscita prevista 18 novembre per Bronson Recordings, i brani pubblicati fanno presagire un ascolto di alto livello per un progetto internazionale che merita di spiccare il volo e raggiungere gli angoli del mondo in cui si ascolta ancora ottima musica.

Alessandro Doni

LINKS

facebook-band
instagram-band
spotify-band
Stai leggendo:
Around my neck è l’espressione più originale del pop contemporaneo che viene dall’Italia.
2min di lettura
Ricerca contenuto