Mykyta Tortora e la sua “If There Were”, una ballata emo/lo-fi di rara intensità.

RECENSIONE

Il singolo di debutto “If There Were” di Mykyta Tortora è uscito lo scorso settembre, e ci presenta un’artista con il desiderio di restituirci una visione intima e discreta del suo profilo artistico, attraverso un suono scarno e affascinante.

Una chitarra acustica che risuona in uno scantinato, una voce che cerca il modo di rappresentare le emozioni nel modo più autentico e perciò efficace.

Mykyta suona nei 7Mondays, dove i suoni sono in un ambito shoegaze/post-rock a tinte più marcate, il suo progetto solista lo vede alle prese con un’attitudine più riflessiva, che trova una raison d’etre in un lo-fi diretto, che fa presa al primo ascolto.

N.D.

Mykyta Tortora

LINKS

Stai leggendo:
Mykyta Tortora e la sua “If There Were”, una ballata emo/lo-fi di rara intensità.
50 second read
Ricerca contenuto